Con un aggiornamento gratuito disponibile per tutti gli utenti Android ed Apple iOS abbiamo introdotto la possibilità di esportare via formato standard .csv i dati monitorati attraverso i dispositivi Rialto ed archiviati nel proprio smartphone o tablet.

Nota
E’ possibile esportare le sole informazioni salvate all’interno del proprio smartphone/tablet.
La memoria della centralina WhiteBox può contenere i dati di una decina di giorni: per esportare e lavorare su dati precedenti è sufficiente salvarli sul proprio dispositivo, accedendo periodicamente alla visualizzazione grafica degli stessi (icona grafico, in alto a destra nella schermata di gestione di ciascun dispositivo).

Come esportare i dati storici dal proprio smartphone e tablet?

Utilizzi uno smartphone o tablet Apple iOS oppure Android?

Apple iOS (iPhone, iPad, iPod touch)
Android

Guida utenti Apple iOS (iPhone, iPad, iPod touch)

Aprire il menu, utilizzando il comando con le tre righe orizzontali in alto a sinistra.

Selezionare il comando “Esporta dati storici”.

Da questa schermata è possibile selezionare l’intervallo temporale ed i dispositivi dei quali esportare i dati.

Selezionare l’intervallo temporale per il quale esportare i dati.

Selezionare i dispositivi dei quali esportare i dati ed utilizzare il comando “Esporta su email” per iniziare il processo di recupero dei dati.

A procedura completata, verrà avviata automaticamente l’app preconfigurata che si utilizza solitamente per l’invio delle email, che permetterà di inviare i dati esportati anche a se stessi (al proprio indirizzo email).

E’ solitamente possibile anche auto-inviarsi una email, compilando con il proprio indirizzo email sia il campo mittente che destinatario.

Guida utenti smartphone e tablet Android

Aprire il menu, utilizzando il comando con le tre righe orizzontali in alto a sinistra.

Selezionare il comando “Esporta dati storici”.

Da questa schermata è possibile selezionare l’intervallo temporale ed i dispositivi dei quali esportare i dati.

Selezionare l’intervallo temporale per il quale esportare i dati.

Selezionare i dispositivi dei quali esportare i dati ed utilizzare il comando “Esporta” per iniziare il processo di recupero dei dati.

A procedura completata, può essere avviata l’app preconfigurata che si utilizza solitamente per l’invio delle email, che permetterà di inviare i dati esportati anche a se stessi (al proprio indirizzo email).

E’ solitamente possibile anche auto-inviarsi una email, compilando con il proprio indirizzo email sia il campo mittente che destinatario.